Segni Particolari
Segni Particolari: Download
Segni Paricolari: Comunicare le arti

Produzioni

MARIA O DELL’APPARTENENZA

Il ciclo   “Maria o dell’appartenenza  “ è formato da quattro assoli:

Stabat Mater     durata 19’, creato nel 2003
Come una ruga    durata 12’, creato nel 2005
Come una ruga #2    durata 26’, creato nel 2007
iàmariamàr     durata 1 ora circa, creato nel 2009


Stabat Mater

Racconta la madre Maria.

In scena un tavolo a cui Maria si appoggia per alleviare la fatica, per sostenersi. Questo è il punto di vista della donna madre, dell’archetipo, una donna stanca che vorrebbe essere sorretta ma non può perchè è lei a sorreggere o sorreggersi. è un momento intimo di Maria con se stessa, ha un dolore troppo grande da gestire che non sa dove mettere. Ispirato al   “Cristo morto  “ di Mantegna.


Come una ruga

Porta lo sguardo sull’incontro con l’Arcangelo Gabriele; in scena uno sgabello.
Maria è un’antica guerriera, discute, s’infervora con l’angelo come in un rapporto di coppia ormai logoro, ma alla fine è costretta ad accettare questa condizione. Il suo equilibrio si sposta, parla da sola o così sembra. Un frammento di spazio-tempo dei pensieri più intimi di Maria. Ispirato a un duello.


Come una ruga #2


Maria si presenta nella sua interezza. La sua personalità complessa e sfaccettata, in seguito a queste vicende di vita straordinaria. La scena si presenta vuota ma delimitata. Lavoro Iconografico principalmente su Botticelli.


iàmariamàr


Presenta in un unico spettacolo i tre assoli sopra descritti legandoli l’uno all’altro in soluzione di continuità. In scena un tavolo e uno sgabello.

 

 

 

 

© 2008-2010
Segni Particolari Associazione Culturale – via Bonaccia 3, 06122 Perugia – C.F. 94119010547
info@segniparticolari.org Grafica Antonio Massarutto - Web Tiphys Srl